Gli interpreti

GIORGIO BABBINI

Giorgio Babbini  si è diplomato in Clarinetto col massimo dei voti, al Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro nel 1980. Al “G. B. Martini” di Bologna ha in seguito conseguito poi i giorgio babbinidiplomi di Strumentazione per banda nel 1983, di Composizione, nel 1985, di Musica Corale e Direzione di Coro, nel 1989. Come clarinettista ha frequentato il Corso di Perfezionamento con Giuseppe Garbarino all’Accademia Chigiana di Siena, ottenendo il Diploma di merito nel 1988. È dal 1995 titolare della cattedra di Musica d’insieme al Conservatorio “B. Maderna” di Cesena.

 

ELENA BERNARDI

Inizia gli studi musicali presso il Conservatorio F. A. Bonporti di Trento ed in seguito si diploma in canto lirico al Conservatorio G. B. Martini di Bologna. Consegue la laurea in Filosofia Estetica e nel img81corso specialistico in Discipline della musica, presso l’Università di Bologna. Approfondisce tecnica vocale con D. Debolini e lo studio del repertorio antico e barocco con M. Andalò, M. Farolfi, G. Banditelli, P. Phillips, R. Basso e J. Feldman. Debutta come solista nel Gloria di Vivaldi nella Chiesa di S. Bartolomeo a Bologna con l’ensemble Animantica e prende parte a numerose produzioni con il Coro della Cappella di S. Petronio diretto da M. Vannelli: da ricordare Il Vespro della Beata Vergine di Monteverdi diretto da R. Gini ed inciso per Dynamic.
Partecipa alla produzione degli Intermedi della Pellegrina, sotto la direzione del M° Sardelli e l’orchestra Modo Antiquo, allestiti a Firenze nel Salone del Cinquecento. Nel 2012 è solista nel coro bolognese Color Temporis, diretto da A. Allegrezza, interpretando musiche sacre di Porpora e Jommelli; a Firenze canta presso Casa Buonarroti, con l’Ensemble Alraune in un recital sulle figure di Tancredi e Clorinda e a Bertinoro prende parte ad un concerto nel Festival JCE Network con l’Accademia dei Vendemmiati. Recentemente, ha interpretato la figura di Francesca Caccini nello spettacolo “La monaca e la cantante” con l’Ensemble femminile Cortebella, nel Salone dei Mesi di Palazzo Schifanoia, a Ferrara.

STEFANIA BETTI

Si è diplomata in arpa con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di
Pesaro, sstefania bettiotto la guida di B. M. Momteverde. Vincitrice del Concorso a cattedre di arpa nel 1994, attualmente è docente presso il Conservatorio di Musica-Istituto di Alta Formazione di Cesena. Ha svolto attività didattica al Conservatorio di musica “Piccinni” di Bari e Monopoli.

 

PAOLO CHIAVACCI

Ha studiato violino al Conservatorio «L. Cherubini» di Firenze dove si è diplomato nel 1984 con il massimo dei voti. Suoi insegnanti sono stati Sandro Materassi per il violipaolo chiavaccino e Franco Rossi per la musica da camera; ha poi studiato con R. Zanettovich, S. Gherorgiu e A. Stern. È stato allievo del Quartetto di Tokyo all’Università di Yale negli Stati Uniti e del Quartetto Borodin. È membro fondatore del Quartetto Foné; in questa formazione ha vinto nel 1989 il primo premio al Concorso internazionale «G.B. Viotti» di Vercelli; nel Dicembre 1991 ha ottenuto il secondo premio al Concorso internazionale per quartetto d’archi «D. Shostakovich» a San Pietroburgo; ha tenuto concerti per le maggiori istituzioni concertistiche in Italia (fra le altre Milano La Scala, Roma S. Cecilia, Venezia La Fenice, Firenze Amici della Musica, Napoli A. Scarlatti) e all’estero: in Svizzera, Austria, Germania, Israele, Francia, Spagna, Grecia, Stati Uniti, Canada e Giappone. Ha effettuato registrazioni per la Rai, l’Orf e la Rete televisiva canadese; ha realizzato Cd per la Ark e la Ermitage: fra questi il Quintetto di Schubert eseguito in collaborazione con Franco Rossi e il sestetto «Souvenir de Florence» di Ciaikowsky con Sadao Harada, violoncellista del Quartetto di Tokjo e Harald Schoneweg violista del Quartetto Cherubini. È insegnante di musica da camera presso il Conservatorio «B. Maderna» di Cesena; tiene inoltre corsi di perfezionamento di violino a Vinci  e per l’Accademia Musicale di Firenze. Dall’anno della sua fondazione, è primo violino (spalla) dell’Orchestra Pistoiese Promusica

UMBERTO CURI

È  professore emerito di Storia della filosofia presso l’Università di Padova e docente presso l’Università “Vita e salute” San Raffaele di Milano. E’ stato visiting professor presso curinumerosi atenei europei e americani. Nei suoi studi si è occupato della storia dei mutamenti scientifici per ricostruirne l’intima dinamica epistemologica e filosofica. Più di recente si è volto a uno studio della tradizione filosofica imperniato sulla relazione tra dolore e conoscenza e sui concetti di logos, amore, guerra e visione. Tra le sue pubblicazioni: La cognizione dell’amore. Eros e filosofia (Milano 1997); Polemos. Filosofia come guerra (Torino 2000); Lo schermo del pensiero. Cinema e filosofia (Milano 2000); Il farmaco della democrazia (Milano 2003); La forza dello sguardo (Torino 2004);Un filosofo al cinema (Milano 2006); Terrorismo e guerra infinita (Assisi 2007); Meglio non essere nati. La condizione umana tra Eschilo e Nietzsche (Torino 2008); Miti d’amore. Filosofia dell’eros (Milano 2009); Straniero (Milano 2010),Via di qua. Imparare a morire (Torino 2011), Passione (Milano 2013), L’apparire del bello (Torino 2013) e La porta stretta. Come diventare maggiorenni (Torino 2015)

MARIOLINA COPPOLA

Terminati gli studi universitari a Bologna, comincia ad interessarsi di teatro e si diploma come attrice nel 1982 a Bologna, all’Ecole Des Bouffons, diretta da Remigio Gomes. In seguito img79perfeziona la sua formazione seguendo seminari di recitazione, danza e canto. Studia musica e suona la fisarmonica. Nell’85 l’incontro con la compagnia Accademia Perduta la porta ad indirizzare verso il pubblico di bambini la sua attività teatrale. Dello stesso anno è il debutto dello spettacolo Marinai per la regia di Claudio Casadio. Dal 1986 all’89 lavora con la compagnia Piccionaia della famiglia d’Arte Carrara di Vicenza. Studia la Commedia dell’Arte con Nico Pepe e Ferruccio Soleri, rispettivamente grandi Pantalone ed Arlecchino del Piccolo di Milano e con la regia di F.Soleri lavora nellaLocandiera, spettacolo che sarà ospite nei Festival Internazionali di Zurigo, Salisburgo Stoccarda, Almagro e Fecamp . Lavora inoltre con i registi Tonino Conte e Francesco Macedonio.Nel luglio 1989 con Echi di un tramonto alle fonti con la regia di Dominique Durvin è presente al Festival di Montalcino. Nel ’90, con la regia di Donatella Marchi, partecipa al festival di Santarcangelo dei Teatri con lo spettacolo Il liscio a teatro e, sempre con D. Marchi, nel 1992, partecipa al festival Teatro-Orizzonti di Urbino con Le lacrime amare di Petra. Dal 1991 lavora stabilmente con Accademia Perduta Romagna Teatri, portando gli spettacoli della compagnia, con la regia di Claudio Casadio, nelle principali rassegne di teatro per ragazzi in Italia. A questa attività teatrale affianca esperienze cinematografiche, con Carlo Mazzacurati, Luciano Mannuzzi ed altri, doppiaggio, pubblicità, voce per audio guide, narrazioni e letture.

 

LUCREZIA ERCOLI

è dottoranda in Filosofia e Teoria delle Scienze Umane presso l’Università degli Studi di Roma Tre. Dal 2011 si occupa della direzione artistica di “Popsophia, festival del contemporalucreziaercolineo”, che si è subito imposto come uno dei festival più originali degli ultimi anni .Tra le sue pubblicazioni: Gli erranti di terra in terra, la figura del viandante in Hölderlin e Friedrich (Macerata 2007); Philosophe Malgrè Soi, Curzio Malaparte e il suo doppio (Roma 2011), premio “Frascati Filosofia”; Filosofia dell’umorismo (Roma 2013), Filosofia della crudeltà (Milano 2014)

LUCIANO FRANCA

luciano franca.PNG

PAOLO GABELLINI

Inizia gli studi come baritono con Roberto Falcinelli e debutta in Requiem di Faurè e Lauda Sion di Mendelssohn. Passa quindi al registro di tenore con il mezzosoprano paolo gabelliniLetizia Sciuto, perfezionandosi successivamente con Evgenia Dundekova, Monica Boschetti e Nicoletta Zanini. Ha ricoperto ruoli in produzioni di Nabucco, Traviata e Trovatore di Giuseppe Verdi, Vedova Allegra di Franz Lehàr, Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni, oltre ad aver partecipato a numerosi concerti vocali in Italia e all’estero e selezioni di opere, riscuotendo notevole successo di pubblico e di critica. Ha interpretato inoltre la parte del tenore nel film “Al di là delle frontiere” prodotto dalla Rai, per la regia di Maurizio Zaccaro, con Sabrina Ferilli, Johannes Brandrup e Lino Capolicchio.

 

ENSEMBLE MALATESTIANI

ensemble malatestiani

MARINA MARONCELLI

Ha iniziato gli studi musicali sotto la guida di Catina Florio, presso il Liceo Musicale “A. Masini” di Forlì, per poi diplomarsi brillantemente presso il Conservatorio “B. Maderna” marina maroncelli.PNGdi Cesena. Ha partecipato a masterclasses con i Maestri Luciana Serra, Nazareno Antinori, Fiorenza Cossotto. Ha cantato in numerose formazioni cameristiche e si è esibita come solista accompagnata da orchestre quali l’ensemble barocco Accademia Malatestiana, collaborando con solisti quali il violinista Paolo Chiavacci e il pianista e clavicembalista Filippo Pantieri, con il quale suona spesso in duo. Ha interpretato i ruoli di Susanna e Marcellina nell’opera “Le nozze di Figaro” di W. A. Mozart. Vincitrice del Concorso “Primo Palcoscenico” di Cesena, ha debuttato nella stagione lirica del Teatro “A. Bonci” di Cesena nell’opera “Didone e Enea” di H. Purcell, diretta dal violinista Luca Giardini, riproposta in seguito presso il Teatro “D. Alighieri” di Ravenna. Ha inciso per Tactus un cd con musiche del compositore forlivese Alessandro Spazzoli.

FILIPPO PANTIERI

Diplomato con lode in Pianoforte e Clavicembalo con Stefano Orioli e Silvia Rambaldi, ha ottenuto il Diploma Master in Musica da Camera all’Accademia Pianistica di Imola sotto la guidpantieria di Boris Petrushansky, Davide Franceschetti e Pier Narciso Masi. Finalista, ancora studente, al Premio Nazionale delle Arti, organizzato a Roma dal MIUR, ha poi vinto il Primo Premio in vari concorsi pianistici in Italia, tra i quali Arezzo “Nuovi Orizzonti”, Città di Piove di Sacco, Ravenna, “Rospigliosi” di Lamporecchio, Concorso Internazionale “Città di Pesaro”. Nel 2010 si è aggiudicato il Primo Premio Assoluto con unanimità di giuria al Concorso Pianistico Internazionale “Davorin Jenko” di Belgrado.
Si è poi esibito da solista in vari Paesi accompagnato da orchestre tra le quali l’Orchestra Sinfonica Nazionale Russa “P. J. Tchaikovsky”, la Guildhall Symphony Orchestra di Londra, l’ensemble Harmonicus Concentus di Bologna, collaborando come pianista e clavicembalista con celebri organici quali l’Ensemble Sezione Aurea, Accademia Bizantina, Orchestra Città di Ferrara, Orchestra Promusica di Pistoia, le prime parti del Teatro “La Scala” di Milano.

ANDREA PANZAVOLTA

Dopo gli studi classici si laurea in giurisprudenza all’Università di Bologna. Allievo di Umberto Curi, è giornalista pubblicista. I suoi principali interessi di studio sono la letteratura, lpanzavoltaa musica, il cinema e il teatro. Al rapporto tra cinema, filosofia e letteratura ha dedicato due volumi, Lo spettacolo delle ombre (2012) e Passeggiate nomadi sul grande schermo (2013), entrambi pubblicati da Mimesis (Milano); sulla musica classica, e in particolare sul teatro d’opera del ‘900, ha pubblicato il volume Caro Herr Mozart, cari compositori (Edizioni Inschibboleth, Roma). È autore di saggi apparsi su riviste di filosofia e di critica letteraria, di testi teatrali e di libretti d’opera.

SARA PICIUCCHI

sara piciucchi

GABRIELE RASPANTI

Nato a Bologna, inizia gli studi musicali al Conservatorio locale, diplomandosi in seguito al conservatorio “A. Boito” di Parma” sotto la guida di Paolo Borciani, primo violino del Quartetto Italiano. Nel 1984 entra a far parte del Quartetto Fonè, vincendo il primo premio assoluto agabrieleraspantil Concorso Internazionale di Musica Città di Stresa (1985) e subito dopo la borsa di studio “Camillo de Carlo” di Vittorio Veneto. Dal 1987 è stato membro del Trio Brahms, vincitore del Concorso Internazionale di Musica da Camera “J. Brahms” di Amburgo, che ha effettuato registrazioni per la RAI radiotelevisione italiana, RTSI Radiotelevisione della Svizzera Italiana, SDR Suddeutscher Rundfunk di Stoccarda e ORF Oesterreichischer Rundfunk di Salisbusgo, oltre a numerosi concerti, ottenendo il diploma d’onore all’Accademia Chigiana sotto la guida del Trio di Trieste. Ha fatto parte di diverse compagini orchestrali anche come prima parte (ORT, Orchestra “Arturo Toscanini” di Parma, Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Città di Ferrara, Orchestra da Camera di Ravenna, Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra “Maderna” di Forlì). Al suo attivo ha inoltre diverse registrazioni discografiche, fra le quali il “Concerto dell’Albatro” di G. F. Ghedini, registrato dal vivo nell’àmbito del Festival “Aspekte” al Mozarteum di Salisburgo. Fondatore, nel 2002, e maestro concertatore dell’ensemble Harmonicus Concentus, ha collaborato con grandi barocchisti, tra cui Lucy Van Dael e Stefano Montanari. Come Konzertmeister si è esibito nel 2007 a Milano per la rassegna “San Maurizio, musica e poesia” con un concerto a tema: “ Il Furore e la Follia”. Sempre in qualità direttore e maestro concertatore, nel 2008 ha tenuto il concerto inaugurale dei restauri pittorici alla Basilica del Monte di Cesena, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena. Ha collaborato con l’Europa Galante, con cui, fra l’altro, ha preso parte alla produzione dell’opera di Scarlatti “Il trionfo dell’Onore” al Teatro Massimo di Palermo, vincitrice del premio Abbiati. È docente di violino e quartetto al Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena.

SEBASTIANO SEVERI

sebastiano severiSi è diplomato al Conservatorio G.Verdi di Milano con il M° Rocco Filippini e alla Accademia Filarmonica di Bologna. E’ primo violoncello dell’Orchestra Bruno Maderna e collabora con le più importanti orchestre italiane. Si dedica in particolare alla musica da camera in numerose formazioni coprendo i più svariati generi musicali.

JENNIFER TURRI

jennifer turri.PNG

 

Annunci